NEWS

Tomaso Binga, Riflettendo sulle Riflessioni, 1992, collage e dattiloscritto su cartoncino, 67,6 x 50 cm
-

Tomaso Binga è tra le artiste invitate al progetto della Fondazione Nicola Trussardi Italia 70 - I nuovi mostri a cura di Massimiliano Gioni che, già dall’8 aprile, in concomitanza con MIART, l’Art Week e la Design Week, ha invaso le strade di Milano diffondendo centinaia di immagini di opere realizzate da 70 artisti tra grandi maestri ed emergenti. Una massiccia campagna di affissioni pubbliche che tappezza la città e che coinvolge tutti in una caccia al tesoro da un estremo all’altro di Milano (dal Cimitero Monumentale al Centro Storico, da City Life a Porta Romana). Una collezione temporanea di arte a cielo aperto, un museo metropolitano, nascosto tra le comunicazioni commerciali, che riflette i desideri e inquietudini dell’Italia di oggi.

Per l’occasione Tomaso Binga ha scelto di far riprodurre sui manifesti la sua opera del 1992 Riflettendo sulle Riflessioni, che rientra nel filone di un importante lavoro performativo del 1991, denominato Riflessioni a puntate, che l’artista ha sviluppato nel tempo di un anno.

Ogni mese Binga ha spedito agli amici "del cuore e dell'arte" una cartolina messaggio, cioè una delle sue "riflessioni". All'inizio dell'anno successivo e più precisamente il 17 gennaio 1992 dalle 16 alle 20 Binga ha chiesto a tutti gli amici di esporre le 12 cartoline, tutti contemporaneamente, al fine di creare una "catena energetica necessaria per accedere a modalità diverse di rapporto con la materia, con la dimensione spazio-tempo, con il fare arte”.
Proprio una fra queste era dedicata già agli “involontari di guerra”, riflessione a cui Binga ha voluto dare spazio anche qui.

Photogallery