>> news >> Luca Matti. Nuovimondi CAMeC La Spezia

Luca Matti. Nuovimondi CAMeC La Spezia


a cura di Marzia Ratti

inaugurazione venerdì 30 novembre ore 18.00
preview per la stampa ore 17.00

1 dicembre 2012 - 3 marzo 2013

CAMeC - Centro Arte Moderna e Contemporanea
Piazza Battisti, 1 – La Spezia

Orari
martedì-domenica 11.00 – 18.00 
chiuso il lunedì, Natale e Capodanno

Informazioni e contatti
Ufficio stampa:Cinzia Compalati
comunicazione@laspeziacultura.it
tel.  +39 339 3494536

Informazioni e prenotazioni
tel. + 39 0187 734593 / fax + 39 0187 256773
camec@comune.sp.it
camec.spezianet.it

scarica l'invito  Nuovimondi.pdf

 

Con la mostra Luca Matti. Nuovimondi il CAMeC dà seguito alla nuova formula di premio artistico che consiste nella produzione di una personale dedicata all’artista vincitore della rassegna annuale Settembre d’Arte. Il museo acquisisce l’opera premiata e si assume il compito di documentare con una personale il lavoro dell’autore selezionato dalla giuria tecnica. Luca Matti è risultato validissimo vincitore insieme a Giovanni Campus - esposto al CAMeC dal 9 settembre all’11 novembre 2012 - dell’edizione Settembre d’Arte 2011.
Nuovimondi è l'evoluzione naturale di un lavoro che Luca Matti ha sviluppato fin dall'inizio della sua carriera di artista, documentando con pervicace e acuto senso dell'ironia l'aspetto drammatico di una Società nella quale ha prevalso il concetto di arricchimento attraverso la cementificazione dei nostri pensieri (vedi uomini con in testa i palazzi) e delle nostre terre, riducendo sempre di più gli spazi destinati all'ossigenazione dell'ambiente indispensabile alla vita.  Oggi le compagnie petrolifere, gestite da potenti organizzazioni, si stanno adoperando nella ricerca più affannosa e distruttiva di questi ultimi cento anni perforando terre e mari, dividendo i Continenti e producendo un insensato inquinamento. In Nuovimondi l'artista usa il bitume, ricavato dal petrolio, per puntare il dito su ciò che potrebbe rappresentare l'estrema fine del mondo. Un po’ grafica, un po’ film, un po’ disegno, un po’ fumetto – rigorosamente in bianco e nero – l’opera di Luca Matti è una nuova interpretazione del mondo alla Blade Runner in cui l’uomo – inghiottito dalla ‘macchina città’ – è continuamente evocato senza mai comparire. Piccole finestre – che punteggiano fittamente l’agglomerato urbano – si sostituiscono a lui, moltitudine di un’umanità ormai grigia e spenta.
Il suo tratto nervoso, quasi espressionista, diventa una condizione esistenziale che senza un cambiamento dell'uomo, dai suoi obiettivi disastrosi, lascia presagire un apocalittico universo buio. Infine la mostra si conclude con una installazione di una ventina di disegni, dove il volto dell'uomo, ripetuto e inebetito dai suoi monotoni pensieri, è rappresentato ironicamente da Luca Matti in sequenza tecnicamente realizzati attraverso un procedimento timbrico, che ne rende evidente il pensiero trasfigurato di un personaggio acefalo.

cenni biografici

Luca Matti nasce nel 1964 a Firenze, dove vive e lavora. Si occupa per lungo tempo di fumetto, illustrazione e grafica, collaborando con riviste e case editrici. Dal 1988 si dedica alla pittura e alla creazione di opere scultoree in camera d’aria. Dal ’94 il suo lavoro si concentra su tematiche legate al rapporto dell’uomo con la città, utilizzando esclusivamente due colori: il bianco e il nero.
Con gli anni ha composto un’iconografia di oggetti e interni domestici, di panorami urbani e di figure a metà tra l’uomo e l’insetto. Nel suo lavoro non ci sono confini tra disegno, incisione, pittura, video animazione e scultura. I vari linguaggi si condizionano e si contaminano tra loro, dando vita a un universo fatto di storie, suggestioni, sogni: una fiction in bianco e nero.
                                                       
Mostra promossa da
Comune della Spezia
Sindaco, Massimo Federici
Assessore alla Cultura, Diego Del Prato

prodotta da
Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia
in collaborazione con

Presidente, Gianfranco Bianchi
Direttore, Stefano Senese
Presidente Nazionale, Massimo Di Carlo
Presidente Delegazione Liguria-Piemonte, Gianpiero Biasutti
e con:       
Frittelli Arte Contemporanea, Firenze
Catalogo: ISC La Spezia editore
Contributi in catalogo: Cinzia Compalati, Carlo Frittelli, Marzia Ratti
Coordinamento tecnico-scientifico: Eleonora Acerbi
Progetto grafico: Luca Canese, Litoeuropa
 

  Frittelli Arte Contemporanea - Firenze, Via Val Di Marina 15 Tel 055.410153 - Fax 055.4377359
P.IVA 00970650321
  Web project by Polimedia graphic Mauro Pispoli